Il primo sogno su Pallino

La notte scorsa l'ho finalmente sognato.
Era in piedi sulla soglia di casa dei nonni. Un Pollicino, un Fiammiferino di quattro dita con una curiosa papalina celeste e blu. Ho pensato che sarebbe precipitato nel tentativo di scendere il primo gradino dei tre che lo separavano dal terreno, così l'ho afferrato nel palmi della mano e me lo sono stratto al petto.
Un bimbo già grande, ma piccolissimo.
Normale che in questo periodo si cominci a sognarlo. Peccato per quella buffa papalina: non saprei dire se era biondo o moro. Comunque aveva un faccino davvero adorabile che ora ho già dimenticato.

Commenti

  1. Vedrai che sarà bellissimo. Ieri siamo andati a letto alle 10.30, ovvero un'ora dopo il "giusto", perché ci mancava il cuore di interrompere i loro giochi insieme e le loro risa :-)

    RispondiElimina
  2. Ci credo. L'unica mia preoccupazione è che Pallina possa diventare gelosa. La gelosia è l'unico mostro che ha oscurato la mia infanzia. E per quanto racconta mia suocera, anche quella di suo padre.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

freebie