Ieri mattina Gemadhar e un collega avevano appuntamento alla Microsoft. Hanno incontrato 14 km di coda a Modena sud, sono rimasti bloccati nel traffico per due ore, per fortuna non c'era il sole.
Al ritorno mi ha chiamato verso le nove per dirmi che a Modena nord c'era un tamponamento (sette TIR, ma forse è leggenda) e per evitare 15 km di coda che persisteva dalle tre del pomeriggio, sono usciti a Reggio Emilia e hanno cenato a Modena. Sono rientrati a mezzanotte, perciò hanno impiegato 6 ore (al posto di 4) per andare a Milano, 6 ore per fare il laboratorio e altre 6 ore per rientrare. 666, non ho parole... e alla TV non dicono nulla di tutto questo: le autostrade italiane spezzano l'Italia in due all'altezza di Modena e non se ne sa niente. E non era l'unico punto: per solidarietà ero collegata al sito delle autostrade e mi linkavo alle webcam sparse per il nord italia. Intorno a Bologna era una situazione infernale, con lo svincolo di Sasso Marconi chiuso.
Su televideo alla voce viabilità trovi solo le frequenze di una isoradio in ritardo perenne sugli aggiornamenti dove autisti imprigionati fra i TIR si sentono descrivere come "traffico rallentato" all'altezza di qualcosa. Ma che altezza! Bassezza, casomai. Migliaia di automobilisti, lavoratori, famiglie, turisti sono tenuti in ostaggio e una rai burattina ci racconta le vacanze del papa e gli itinerari del gusto.
Grazie Benetton, anche le tue maglie da un po' di anni fanno schifo e si rompono nelle cuciture, proprio come le tue strade. Bella libertà che ci siamo conquistati.


Commenti

Post più popolari

freebie