Cinema. Ecco cominciare un'altra settimana. Week-end faticoso, ma soddisfacente, non fosse che ho visto un inutile filmetto.
Al solito le premesse erano buone e deludeva il secondo tempo, come ogni commedia all'americana che si rispetti. Si tratta di Amore a prima svista con una G.Paltrow abbondantemente truccata da obesa che, nella migliore tradizione americana, in quanto sfigata, può essere amica solo di emarginati. Io sono la dimostrazione vivente che gli sfigati NON sono tutti intelligentissimi, generosissimi, impegnatissimi e viavia superlativamente parlando. Ma si sa, con questi postulati i "normalmente disinteressati" si mettono la coscienza a posto: non c'è bisogno che siano socialmente impegnati, rispettosi dell'ambiente e dei meno fortunati, è una cosa da sfigati, loro sono cool e ne possono essere esentati. A cosa serviva poi quella roba della coda... Bah, inutile guardarlo, siete avvertiti. Molti meno effetti speciali e un briciolo di intelligenza in più ne avrebbero fatto un buon film. Ma come già ci ricorda la sceneggiatura, l'intelligenza può darti tutto, tranne un bel ragazzo: siete avvertiti la prossima volta che vi rivolgete ad un'agenzia di cuori solitari. Lo diceva nei cupi anni '90 il dj di radiocupido: i belli coi belli e i brutti coi brutti. Davvero.
Da guardare invece un delizioso film italiano di qualche tempo fa: Tre mogli con Iaia Forte e qualche altra attrice, scusate ma proprio i nomi degli attori italiani non li ricordo. Bellino, intelligente e un sacco di altre cose. E poi è divertente. Ho visto molti bei film italiani ultimamente, tutti un po' vecchiotti, perché il cinema costa troppo e aspetto che escano sul satellite o in videocassetta.
Malgrado il costo del biglietto, però, domenica sono andata a vedere Star Trek: La nemesi. Ottimo. Credo il migliore col cast di TNG. Mi sento di dire così perché per quanto mi fosse piaciuto Primo Contatto, c'era sempre quel fattore sit-com che da appassionata di cinema non gradisco: villaggetti minuscoli con 4-persone-4 in improbabili location all'aperto. Come nell'orrido L'insurrezione: ma è possibile che le città extraterrrestri siano tutte deserte, bucolicamente luminose e piene di botteghe all'aperto? Ma non piove mai, tranne che su Ferenginar? Tra l'altro Ferenginar è il pianeta più credibile dell'universo trek, coi suoi alti palazzi e il cielo perennemente nuvoloso. Per farla breve: se vi piace Star Trek o la fantascienza andate a vederlo perché passerete un paio d'ore divertenti. Al di là del fatto che per non ripetere l'errore commesso con la morte di Spock in L'ira di Khan, visto che Brent Spiner non voleva più interpretare Data, nel film La Nemesis l'androide più amato dai trekker di mezzo mondo... ah, ma non ve lo dico! Non voglio davvero rovinare la sorpresa...
A propo: ho passato le ultime settimane provando vestiti da cerimonia con corsetti costrittivi e intimo contenitivo delle più varie forme e vi assicuro che faticavo a muovermi e in certi casi anche a respirare. ma come diavolo faceva il cattivone a muoversi in quella giacca di bitume solidificato? ANF! Mi mancava il respiro a vederlo...



Commenti

  1. utente anonimo21 maggio 2003 12:45

    from alberto magg:" condivido in pieno (ma forse non era mia?) la critica sulle pose troppo teatrali di film che dovrebbero essere di ampio respiro (ST..TNG..)

    RispondiElimina
  2. certo che era tua, e di tutti quelli che sanno la differenza fra fiction tv e film

    RispondiElimina
  3. utente anonimo22 maggio 2003 12:23

    ...a proposito aspetto un tuo commento su Matrix Reload

    a.m

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari